La Storia Di Una Pietra

 

La storia di una pietra

Questa è la storia di una pietra
Che spaccò la testa in un giorno di festa
Al potente del paese
A alle sue pretese
La lanciò un idealista che si sentiva comunista
Ma poi scelse il mare e si isolò
Quel sasso lo raccolse una cantante
Che non era distante
Se lo mise nelle mutande
Lo portò a casa pulì le macchie di sangue
Poi gli dipinse la bocca e lo mise sul davanzale
Perché potesse raccontare a tutti la sua storia
Io vorrei rompere un pensiero
Spargerlo, dirigerlo come un sentiero
E vorrei camminarci lento
E ferirmi i piedi per cambiarmi dentro
La pietra restò a lungo sulla finestra
Finché un vagabondo ebbe un pensiero profondo e la
Rubò
La usò per schiacciare le noci e spaventare i cani
E tutte quelle cose che un sasso sa fare
Come lasciarsi accarezzare
Io vorrei rompere un pensiero
Spargerlo dirigerlo come su un sentiero e vorrei camminarci dentro
Il vagabondo barattò il sasso per un panino
Di un bambino che non aveva fame e niente con cui
Giocare
Quel bambino ero io
E quella pietra ce l’ho ancora
Nella mia mano di uomo seduto ad aspettare
Io vorrei